BigCharlie


Cinema

SCHEDA
titolo La prima moglie (tit. orig.: Rebecca) distribuito daGeneralcine
interpreti Laurence Olivier (Maxim de Winter) [dopp. da Augusto Marcacci], Joan Fontaine (la seconda sig.ra de Winter) [dopp. da Lydia Simoneschi], George Sanders (Jack Favell) [dopp. da Stefano Sibaldi], Judith Anderson (sig.ra Danvers) [dopp. da Tina Lattanzi], Nigel Bruce (il sindaco Giles Lacy) [dopp. da Carlo Romano], Reginald Denny (Frank Crawley) [dopp. da Emilio Cigoli], C. Aubrey Smith (Col. Julyan) [dopp. da Olinto Cristina], Gladys Cooper (Beatrice Lacy) [dopp. da Clara Ristori], Florence Bates (sig.ra Edythe Van Hopper) [dopp. da Lola Braccini, Mignon Cocco], Melville Cooper (il medico legale) [dopp. da Giorgio Capecchi], Leo G. Carroll (dott. Baker) [dopp. da Aldo Silvani], Alfred Hitchcock (cameo, fuori dalla cabina telefonica), Edith Sharpe (.), Leonard Carey (Ben) [dopp. da Lauro Gazzolo], Lumsden Hare (Tabbs), Gino Corrado (direttore dell'albergo), Edward Fielding (Frith) [dopp. da Amilcare Pettinelli]. 14/17 prima moglie, La
fotografia George Barnes
musiche Franz Waxman
sceneggiatura Philip MacDonald; Michael Hogan; Robert E. Sherwood; Joan Harrison; Daphne Du Maurier
regia Alfred Hitchcock
produzione USA, 1940 genere drammatico/sentimentale durata 2h 10'
trama Il ricordo della moglie defunta, Rebecca, è per Massimo una angoscia e quasi un incubo che gli ricorda la pagina più dolorosa della sua vita. Proprio per sfuggire a questa ossessione lui che è il ricchissimo proprietario di un magnifico castello in riva al mare si risposa con una timida ragazza buona di umili origini. per via della sua bontà la giovane sposa si fa suggestionare dalla tremenda governante della casa che, fanatica della prima moglie che ha idealizzato come fosse una dea, considera e riesce a far sentire un'intrusa la nuova arrivata ...

Informazioni ausiliarie

Altri contributi: W. Donn Hayes; David O. Selznick; Lyle R. Wheeler; Jack Noyes; Arthur Johns; Jack Cosgrove; Albert Simpson; Monte Westmore.

Questo film occupa la 243ª posizione nella classifica Top 250 di IMDb, ma in passato è arrivato fino alla 239ª.
Questo film è stato trasmesso:

Potete leggere le recensioni che ho trovato sui siti IMDb, Antonio Genna, Cinematografo, Morandini, Wikipedia.
Potete trovare una recensione in Certi piccoli amori (a pag. 216).
Esiste un omonimo film del 1969.

Scrivi un commento al film

 

Aggiungi un argomento

1962


a cura di Webmaster