BigCharlie


Cinema

SCHEDA
titolo Io sono Ingrid (tit. orig.: Jag är Ingrid) distribuito daBIM
interpreti Alan Marshal (immagini di repertorio), Anna Magnani (immagini di repertorio), Spencer Tracy (immagini di repertorio), Jack Weston (immagini di repertorio), Anatole Litvak (immagini di repertorio), Mervyn LeRoy (immagini di repertorio), Jennifer Jones (immagini di repertorio), Alfred Hitchcock (immagini di repertorio), Merv Griffin (immagini di repertorio), Cary Grant (immagini di repertorio), Lyle Talbot (immagini di repertorio), Ed Sullivan (immagini di repertorio), Alberto Sordi (immagini di repertorio), Alma Reville (immagini di repertorio), Jean Renoir (immagini di repertorio), Anthony Perkins (immagini di repertorio), Gregory Peck (immagini di repertorio), Cecil Parker (immagini di repertorio), Clark Gable (immagini di repertorio), Victor Fleming (immagini di repertorio), Mel Ferrer (immagini di repertorio), Aldo Fabrizi (immagini di repertorio), Robert Capa (immagini di repertorio), Yul Brynner (immagini di repertorio), Fiorella Mariani (immagini di repertorio), Sigourney Weaver (immagini di repertorio), Liv Ullmann (immagini di repertorio), Ingmar Bergman (immagini di repertorio), Humphrey Bogart (immagini di repertorio), Ward Bond (immagini di repertorio), Ernest Borgnine (immagini di repertorio), Isotta Rossellini (immagini di repertorio), Pia Lindström (immagini di repertorio), Roberto Rossellini (immagini di repertorio), Isabella Rossellini (immagini di repertorio), Alicia Vikander (Ingrid Bergman / voce narrante) [dopp. da Selvaggia Quattrini], Ingrid Bergman (immagini di repertorio). 1/37 Io sono Ingrid
fotografia Malin Korkeasalo; Eva Dahlgren
musiche Michael Nyman; Eva Dahlgren
sceneggiatura Stig Björkman; Dominika Daubenbüchel; Stina Gardell
regia Stig Björkman
produzione Svezia / Danimarca / Germania, 2015 genere documentario durata 1h 54'
trama Nella primavera del 2011 il regista Stig Björkman incontra Isabella Rossellini che gli propone un documentario sulla madre, l'attrice Ingrid Bergman. Il film prende forma dalle parole della Rossellini, dai suoi racconti e ricordi d'infanzia, ma anche attraverso filmati inediti, appunti, lettere, diari e interviste ad amici e colleghi. Il risultato è un documentario che offre un ritratto accattivante e personale della donna e della madre, che va oltre il suo essere stata una diva negli anni d'oro di Hollywood, diretta da maestri del cinema internazionale come David O. Selznick, Alfred Hthcock, Sidney Lumet e Roberto Rossellini ...

Informazioni ausiliarie

Altri contributi: Petter Lindström; Lisa Widén; Max Hallén; Anna Weitz.

Questo film lo abbiamo visto insieme:
Potete leggere le recensioni che ho trovato sui siti IMDb, Cinematografo, Antonio Genna.

Scrivi un commento al film

 

Aggiungi un argomento

91


a cura di Webmaster